Ford Escort RS Turbo - Passione Sportive 80/90

Vai ai contenuti
FORD ESCORT RS TURBO
Nel 1985 la Ford decide di varare la sua prima turbo destinato al mercato europeo. Esisteva già la Escort Xr3, caratterizzata da un look sportivo simile alla Escort turbo che tutti conosciamo. Montava un 1.6 cc 8v, caratterizzato inizialmente da un carburatore doppio corpo. Questo motore erogava una potenza di 96 cv. Successivamente venne adottata l'iniezione elettronica che fece salire la potenza a 103 cv.
La Ford prese il motore della Xr3 e ci aggiunse un turbocompressore Garrett abbinato ad un'intercooler. Questa felice decisione fece lievitare la potenza a 132 cv.  Le modifiche riguardarono anche il comparto sospensioni e telaio, dal momento che la RS Turbo benne dotata di un differenziale a slittamento limitato ed una barra antirollio al posteriore. Le sospensioni erano indipendenti sia all'anteriore che al posteriore. Il peso di 980 kg, abbinato alla cura rivitaminizzante, le donarono una velocità di 207 km/h ed uno scatto sullo 0-100 di 8.2 secondi. Vi sembrano pochi? Se la risposta è sì, provate a immaginare di essere negli anni 80, su un’auto che pesa meno di una panda odierna, con zero aiuti alla guida e la violenza del turbo…
A completare l'opera, anche l'estetica fu rivista: arrivarono così i passaruota allargati, che contribuirono ad incattivirne l'aspetto assieme alle minigonne, il ben conosciuto spoiler al posteriore, ed i faretti supplementari sul paraurti anteriore.
Anche l'interno ebbe il suo look "racing" tramite l'adozione dei bellissimi sedili Recaro con bordino blu, avvolgenti come si usava sulle vere sportive.
Quindi non stupisce che questa sia un'auto rimasta nel cuore di molti. Chiedete ad un appassionato Ford quali sono le 2 lettere che più gli piacciono. Sicuramente vi risponderà RS.
Torna ai contenuti